Sabato, 26 settembre 2020
Home
Organi rappresentativi
Eventi
Comunicati
La nostra storia
Link
Contatti

  RUBRICA Pillole di G. Palombarini

"Vita non facile per la nuova Anm"

di Giovanni Palombarini

Certo che la vita per la nuova giunta dell’Anm non sarĂ  facile. Berlusconi per fortuna non c’è piĂą, ma il governo italiano, commissariato  dall’Europa, ha commissariato a sua volta i partiti costringendoli a votare la fiducia su tutti gli aspetti della sua politica economica. Essendo quello di Mario Monti essenzialmente un governo di scopo, nato cioè per ricercare la fiducia dei mercati attraverso l’adozione di tutte le misure richieste appunto da chi, BCE e FMI, ai mercati guarda come a una nuova divinitĂ , è invece esposto alle intenzioni dei partiti per tutto quello che riguarda tematiche che esulano dallo scopo.

La giustizia è una di queste. Il governo dei tecnici, se può in poche battute attuare un’organica “riforma” delle pensioni, di certo per la giustizia può gestire solo un “pacchetto”. Appunto le possibili misure del pacchetto richiedono da parte di Md e della nuova giunta Anm la massima attenzione, perché per molti dei partiti rappresentati in parlamento è grande la tentazione, magari invocando l’Europa, di autodifenersi restringendo le possibilità di intervento della giurisdizione. L’Europa non ha mai proposto la responsabilità civile diretta dei magistrati né l’abolizione del reato di concussione, e non ha avuto mai nulla da ridire sull’attuale legislazione italiana in tema di intercettazioni.

Va chiarito non solo al governo, ma anche alle istituzioni europee, alle forze sociali e alla generalità dei media, che dall’adozione delle misure auspicate su quei temi da una parte delle forze politiche verrebbe pregiudicata la difesa della legalità.

(6 marzo 2012)