Seminario

Quale futuro per la politica migratoria europea?

Venerdì 24 aprile 2018 - ore 15
Roma, Fondazione Basso
Ore 10.00 - 13.00
La proposta
Per una credibile politica europea dell’immigrazione e dell’asilo
Mario Savino
Università della Tuscia
L’analisi giuridica
I poteri limitativi della libertà personale: un ruolo crescente nel governo delle migrazioni?
Giuseppe Campesi
Università di Bari
La ricollocazione dei richiedenti protezione: il problema delle quote nazionali
Giuseppe Morgese
Università di Bari
Schengen e Dublino: una convivenza impossibile?
Chiara Favilli
Università di Firenze
I canali di ingresso per i lavoratori
William Chiaromonte
Università di Firenze
 
Introduce e coordina
Elena Paciotti
Fondazione Basso
Interruzione dei lavori
 
Ore 14.00 - 17.00
Prospettive
Le migrazioni euro-mediterranee e la costruzione di canali regolari di ingresso in Europa
Leonello Gabrici
Commissione europea (Servizio europeo di azione esterna)
La politica migratoria europea in Africa
Luigi Vignali
Direttore Generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie, Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale
Le politiche di integrazione
Tatiana Esposito
Direttrice generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione, Ministero del lavoro
Esperienze di impegno sociale
Filippo Miraglia
Vicepresidente ARCI
Esperienze di impegno sociale
Camillo Ripamonti
presidente Centro Astalli
Ero straniero e Welcoming Europe: l’iniziativa popolare per una nuova normativa italiana ed europea sull’immigrazione
Riccardo Magi
Deputato di Più Europa e segretario di Radicali italiani
 
Coordina e conclude
Franco Ippolito
Fondazione Basso
 
Si prega di dare conferma della presenza alla mail della segreteria basso@fondazionebasso.it
Per informazioni: pagina in www.fondazionebasso.it
20 aprile 2018
Ultimi articoli
Polonia.

WeDisagree. La voce dei giuristi polacchi

Il video raccoglie le voci dei giuristi polacchi, che esprimono la loro opposizione a quello che sta succedendo il Polonia: “la nostra comune casa democratica viene smantellata da coloro che sono al potere, pezzo dopo pezzo, in violazione della nostra Costituzione e dello stato di diritto”
Sulla proposta di riforma.

Separazione delle carriere: a rischio l’indipendenza del Pubblico ministero

La riforma è contraria ai principi affermati in ambito europeo che incoraggiano l'autonomia del pubblico ministero come presupposto dell'indipendenza di tutto il potere giudiziario, per una giustizia equa, imparziale ed efficiente
Polonia.

Nuova procedura di infrazione per le riforme sulla giustizia

di Mariarosaria Guglielmi
Dichiarazione di Medel sulla procedura d’infrazione della Commissione Europea contro la Polonia per il nuovo sistema disciplinare dei magistrati, contrario al principio di indipendenza della magistratura
Liberazione.

Il senso dell’unità antifascista e costituzionale del 25 aprile

La giornata della memoria antinazista e antifascista assume quest’anno un significato più forte, come risposta a quanti in Italia e in Europa predicano teorie contrarie alla nostra Costituzione e rivendicano scelte di negazione dei diritti
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto