Focus Nigeria

Migranti: da dove vengono, cosa li spinge a partire, come viaggiano

Seminari di approfondimento sulle aree di provenienza

Francesco Carchedi, Alessio Locchi, Godwin Chukwu
Coordinamento: Marina Forti, Alessandro Triulzi

 

Roma, 12 marzo 2018 - ore 15-17
Fondazione Basso
Via della Dogana Vecchia, 5 – Roma

 

Negli ultimi anni il flusso di migranti che attraversa il Mediterraneo per raggiungere le coste europee viene rappresentato con le proporzioni di una “crisi” sempre più imponderabile. Se guardiamo le cifre, le cause, gli effetti, non saremmo di fronte a un fenomeno inspiegabile né ingestibile; e i ripetuti naufragi, come le violenze subite dai migranti lungo il loro percorso, particolarmente in Libia, richiamano la necessità di maggiore urgenza e consapevolezza sulle domande da porre per inquadrare un fenomeno così complesso del mondo contemporaneo.

In questo ciclo di seminari partiremo dal quadro generale di un’intera “umanità in movimento” per ricostruire le aree di origine, le rotte e le modalità di viaggio dei migranti. Con l’aiuto di alcuni esperti e testimoni delle migrazioni, cercheremo di mettere a fuoco le principali regioni di provenienza cercando anche di sfatare miti, come la corrente distinzione tra “rifugiati” e “migranti economici”, per guardare al retroterra e all’intreccio di cause che costringe sempre più persone e gruppi in difficoltà a migrare fuori dal proprio paese.

 

 

Calendario degli incontri

Lunedì 22 gennaio
Incontro introduttivo
Adelaide Massimi, Medu, Marina Forti, Sandro Triulzi

Giovedì 8 febbraio
Afghanistan
Giuliano Battiston, Marina Forti, Morteza Khaleghi

Mercoledì 21 febbraio
Corno d’Africa
Mussie Zerai/Emilio Drudi, Zakaria Mohamed Ali, Sandro Triulzi, Antonio Morone

Lunedì 12 marzo
Nigeria
Francesco Carchedi, Alessio Locchi, Godwin Chukwu

Martedì 20 marzo
Mali-Chad-Niger
Edoardo Baldaro, Camillo Casola, Alessio Locchi

Lunedì 16 aprile
Bangladesh
Mara Matta, Habibul H. Khondker, Arifur Rahman

Giovedì 26 aprile
Politica estera italiana verso le aree di origine
Cristina Ercolessi, Lia Quartapelle, Daniela Pioppi, Pierluigi Valsecchi

 

Gli incontri – aperti al pubblico – sono rivolti agli studenti della Scuola di giornalismo Lelio Basso

7 marzo 2018
Ultimi articoli
Migrazioni Lgbti

Convegno Verona, burocrazia e paura non facciano trionfare la cultura dell’intimidazione

Dopo lo stop del rettore, colpiti come magistrati e cittadini dalla derubricazione di diritti fondamentali delle persone a «temi politicamente ed eticamente controversi»
L'iniziativa

Rieti, la squadra di Magistratura democratica in campo nel “Torneo Giustizia”

di Rocco Maruotti
Una nuova “avventura calcistica” per la rappresentativa di Md, all’insegna, ancora una volta, dei valori della lealtà e della solidarietà
Elezioni CSM

Sanlorenzo: il Consiglio non sia mero organo amministrativo

Su La Stampa l'intervista alla candidata per Area, gruppo dei magistrati progressisti
Ordinamento penitenziario

Senza paura. Nel nome della sicurezza e dei diritti si approvi la riforma

L’appello di Md e Antigone a tutte le forze politiche
Diritto di asilo

Il diritto di difesa non è uguale per tutti

di Silvia Albano* e Riccardo De Vito**
La previsione dell’audizione del richiedente asilo senza l’assistenza del suo avvocato difensore non solo lede gravemente il diritto di difesa della parte, tutelato dall’art 24 della Costituzione, ma rischia anche di rendere meno efficace e rilevante la stessa audizione del richiedente
Ordinamento penitenziario

Appello al governo

Pubblichiamo il testo di un appello sottoscritto da diverse associazioni in rappresentanza dei mondi dell’università, dell’avvocatura, della magistratura e del volontariato, nonché da autorevoli giuristi e da personalità della società civile. L’appello, indirizzato al Governo, auspica l’approvazione definitiva della riforma penitenziaria, in attuazione delle delega conferita con la l. n. 103/2017. La riforma, giunta a un passo dal varo definitivo con l’approvazione dello schema di decreto legislativo, rischia ora una definitiva battuta d’arresto per via della fine della legislatura.