Istruzioni per partecipare al forum

Per partecipare al forum è necessario prima di tutto accedere al sito, inserendo le proprie credenziali negli appositi spazi (username e password). I dati sono stati reinviati nuovamente qualche giorno fa ma chi non li avesse ricevuti può farne richieste all'indirizzo stampa@magistraturademocratica.it.

Per chi non è iscritto ad MD, è necessaria la registrazione al sito (che automaticamente consente anche la partecipazione al forum). Per farlo occorre utilizzare il pulsante registrati (in alto a destra nella homepage del sito) ed inserire i propri dati nel form a cui si verrà indirizzati, dichiarando di accettare le condizioni generali per l'utilizzo del servizio. L'utente potrà cosi scegliere direttamente la propria password, mentre come username utilizzerà la mail inserita al momento della registrazione. Chi vuole scrivere o anche soltanto leggere gli interventi pubblicati sul forum, deve necessariamente registrarsi al sito ed effettuare il login.

L'utente una volta effettuato il login, potrà scrivere il proprio intervento utilizzando il riquadro per i commenti in fondo all'articolo, come succede per tutti i principali giornali online. Lo spazio a disposizione è di 1500 battute: il commento sarà in linea dopo che l'utente avrà selezionato il tasto pubblica. Per qualsiasi richiesta o chiarimento si può fare riferimento ai curatori del forum:

roberto.arata@giustizia.it o egle.pilla@giustizia.it

o al redattore del sito stampa@magistraturademocratica.it

17 luglio 2012
Ultimi articoli

Dichiarazione di Medel sulle riforme del sistema giudiziario nella Repubblica di Moldavia

Immigrazione

Dichiarazione di Medel (Magistrats européens pour la démocratie et les libertés) sulle attività di soccorso in mare e il decreto sicurezza-bis

Di fronte alle scelte degli stati membri che sono in aperto conflitto con i valori sui quali l’Unione si fonda, l’Europa deve rimanere fedele alla sua storia e alla sua identità e adottare con urgenza una politica in materia di immigrazione per garantire la  tutela effettiva dei diritti di tutte le persone, che rappresenta un  limite invalicabile per  tutti i governi e i legislatori nazionali
Rassegna

«Il diritto alla vita vale meno di un ordine al governo»

«Il decreto sicurezza bis trascina il nostro Paese in un mondo capovolto rispetto al progetto costituzionale democratico dell’Italia repubblicana», dice il presidente di Magistratura democratica Riccardo De Vito.
(Il Manifesto, 7 agosto 2019)
Rassegna

«Csm, il sorteggio non può garantire il pluralismo»

di Giulia Marzia Locati
Pubblicato da il Fatto Quotidiano del 12 luglio 2019
Rassegna

«Ma il sorteggio mortifica il Csm»

Lettera di Mariarosaria Guglielmi al direttore de la Repubblica
Rassegna

Lo scandalo al Csm e le buone ragioni dell’associazionismo dei magistrati

di Gaetano Azzariti
Pubblichiamo articolo tratto dal il manifesto del 21 giugno 2019