Seminario

La riforma del sistema penale

AREA DEMOCRATICA PER LA GIUSTIZIA: LA RIFORMA DEL SISTEMA PENALE

 PRIMO SEMINARIO DI STUDI 

Aula magna Consorzio Universitario - RAGUSA IBLA

5 MAGGIO 2017 ore 15.30

Saluti introduttivi

Avv. Cesare Borrometi - Presidente del Consorzio Universitario di Ragusa

Dr.ssa Maria Carmela Librizzi - Prefetto di Ragusa

Ing. Federico Piccitto - Sindaco di Ragusa

Dr. Carmelo Petralia - Procuratore Aggiunto della Repubblica - Catania

On. Avv. Giorgio Assenza - Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Ragusa

 Le nuove indagini preliminari e l'archiviazione

La persona offesa dal reato, gli accertamenti tecnici non ripetibili, le informazioni sull'azione penale relativa ai reati ambientali e ai delitti di corruzione, il procedimento e la nullità del provvedimento di archiviazione

Presiede Cons. Pier Giorgio Morosini - Componente del Consiglio Superiore della Magistratura

Avv. Enrico Platania - Presidente Camera Penale degli Iblei

Dr. Fabio Regolo - Sostituto Procuratore della Repubblica, Catania

Dr. Francesco Riccio - Sostituto Procuratore della Repubblica, Ragusa

Dr. Fabio Scavone - Procuratore aggiunto della Repubblica, Siracusa

L'ufficio del P.M.

Profili costituzionali, ordinamentali e organizzativi

Presiede Cons. Donatella Salari - Magistrato Corte di Cassazione, Ufficio del Massimario 

Dr. Ferdinando Asaro - Procuratore della Repubblica, Gela

Dr. Bernardo Petralia - Procuratore aggiunto della Repubblica, Palermo

Dr. Maurizio Romanelli - Procuratore Nazionale aggiunto antimafia e antiterrorismo

6 MAGGIO 2017 ore 9.00

La disciplina delle intercettazioni

I nuovi riti speciali

Il dibattimento e la sentenza

Le operazioni captative, le intercettazioni nei procedimenti per i reati contro la pubblica amministrazione, l' immissione di captatori informatici (cd. Trojan). Il giudizio abbreviato e le sentenze di patteggiamento. L'impugnazione della sentenza di non luogo a procedere, la partecipazione al dibattimento a distanza, requisiti della sentenza Ragguaglio tra pene detentive e pene pecuniarie

Presiede Cons. Fabio Napoleone - Componente del Consiglio Superiore della Magistratura

Dr. Stefano Civardi - Sostituto Procuratore della Repubblica, Milano

Dr. Stefania Donadeo - G.i.p. presso il Tribunale di Milano

Prof. Avv. Gianluca Varraso - Professore ordinario di procedura penale, Università  Cattolica - Milano

La riforma del regime delle impugnazioni

L'appello, i procedimenti dinnanzi alla Corte di Cassazione

Presiede Cons. Matteo Frasca - Presidente Vicario Corte di Appello, Palermo

Dr. Daniela Borsellino - giudice Corte di appello, Palermo

Dr. Angelo Costanzo - Giudice Corte di Cassazione

Il nuovo volto del diritto penale

Estinzione dei reati, condotte riparatorie, inasprimento per i reati contro il patrimonio, riforma della prescrizione, la delega per la modifica del codice penale, la procedibilità per i reati contro la persona, le misure di sicurezza personali

Presiede Cons. Bruno Giordano, Magistrato presso Corte di Cassazione - Ufficio del massimario

Prof. Fabio Basile - Professore ordinario di diritto penale Università degli Studi, Milano

Avv. Ezechia Paolo Reale - Foro di Siracusa, Segretario generale dell'Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali

È invitato l'on. ANDREA ORLANDO, Ministro della Giustizia

INFORMAZIONI

Per qualsiasi esigenza logistica, bed and breaksfast, collegamenti aerei, navetta, contattare il dottor Bruno Giordano: bruno.giordano@giustizia.it


5 maggio 2017
Ultimi articoli
Ordinamento penitenziario

Per una riforma necessaria

di Riccardo De Vito
Domani, 22 febbraio 2018, il Consiglio dei Ministri deciderà le sorti della riforma penitenziaria. Nell’auspicare la sua approvazione nella versione originale, pubblichiamo i lavori della Commissione che ha predisposto lo schema di decreto delegato approvato il 22 dicembre 2017
Consiglio superiore della magistratura

Soggetti soltanto alla legge. I magistrati e le carriere

di Riccardo De Vito
Riemergono le carriere all’interno del corpo professionale e, con queste, l’imprinting verticale della magistratura. Ne risentono l’autonomia della giurisdizione e, al dunque, l’uguaglianza delle persone davanti alla legge. Occorre studiare la patologia per formulare prognosi e trovare antidoti
Consiglio superiore della magistratura

La discrezionalità del Consiglio: una prerogativa irrinunciabile dell’autogoverno o un peso insostenibile per la magistratura?

di Mariarosaria Guglielmi
La discrezionalità è una prerogativa irrinunciabile per l’autogoverno e lo strumento per conformare le scelte di amministrazione ai valori costituzionali e alle esigenze della giurisdizione. La rinuncia alle prerogative di discrezionalità delinea una nuova fisionomia del Csm, funzionale ad una ristrutturazione in senso verticistico e burocratico dell’ordine giudiziario, e riduce il suo ruolo politico nella difesa e nella promozione dei valori che sono a fondamento della giurisdizione. In questa consapevolezza la magistratura deve ritrovare il senso dell’appartenenza all’istituzione consiliare e l’aspirazione ad un autogoverno all’altezza delle aspettative di giustizia della collettività.
Giornata della memoria 2018

Le leggi razziali, i magistrati, i giuristi, le riviste giuridiche

di Carlo Brusco
Ricordiamo i magistrati caduti nella guerra di liberazione o uccisi dai nazifascisti e quanti furono dispensati dal servizio ed emarginati a causa delle leggi razziali del regime fascista
Polonia

La riforma del sistema giudiziario

La risoluzione dell'assemblea dei giudici della suprema Corte polacca
L'intervento

Il senso e l'etica del mestiere del magistrato

Due recenti casi richiamano la magistratura all'etica dei comportamenti