Convegno

Milano, il processo penale

Garanzia dei diritti fondamentali

MILANO -  Si terrà nell'Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano, il 9-10 novembre, il convegno "Garanzia dei diritti fondamentali e processo penale", organizzato da Md con "Diritto Penale Contemporaneo" e la Camera Penale milanese. Il primo giorno di lavori è articolato in due sessioni. Dalle 9.30 alle 13 si parlerà dei "Diritti fondamentali dell'individuo come limite della prova nella fase di riserca e in sede di assunzione": interverranno Valerio Onida, Oliviero Mazza, Paolo Della Sala, Guglielmo Leo e Piero Gaeta.

Nel pomeriggio (ore 15-18) si affronterà il tema "Diritti di difesa nell'ambito del processo: equilibri formali ed equilibri sostanziali". Parteciperanno a questa sessione Giovanni Canzio, Ennio Amodio, Fabrizio D'Arcangelo, Luca Poniz e Valerio Spigarelli

Ultimo momento dei lavori il 10 ottobre (dalle 9.30 alle 13): "Il processo quale sede per l'effficiente accertamento di fatti e responsabilità penali". La chiusura del convegno sarà affidata a Ernesto Lupo, Francesco Viganò, Luigi Marini (che sostituirà R. Bricchetti), Oreste Dominioni e Nello Rossi.

Per informazioni si può contattare la segreteria della Camera Penale di Milano 025513561 - o il Dott. Ilio Mannucci Pacini 0254333968.


L'INCONTRO CON L'ESECUTIVO - In occasione del convegno, sabato mattina, è previsto anche un incontro dell'esecutivo con i segretari milanesi e delle altre sedi e con gli iscritti al gruppo che intendono partecipare in vista dell'assemblea di Area, in programma a Roma per 30 novembre-1 dicembre.


LA LOCANDINA:

9 novembre 2012
Ultimi articoli
Immigrazione

Dichiarazione di Medel (Magistrats européens pour la démocratie et les libertés) sulle attività di soccorso in mare e il decreto sicurezza-bis

Di fronte alle scelte degli stati membri che sono in aperto conflitto con i valori sui quali l’Unione si fonda, l’Europa deve rimanere fedele alla sua storia e alla sua identità e adottare con urgenza una politica in materia di immigrazione per garantire la  tutela effettiva dei diritti di tutte le persone, che rappresenta un  limite invalicabile per  tutti i governi e i legislatori nazionali
Rassegna

«Il diritto alla vita vale meno di un ordine al governo»

«Il decreto sicurezza bis trascina il nostro Paese in un mondo capovolto rispetto al progetto costituzionale democratico dell’Italia repubblicana», dice il presidente di Magistratura democratica Riccardo De Vito.
(Il Manifesto, 7 agosto 2019)
Rassegna

«Csm, il sorteggio non può garantire il pluralismo»

di Giulia Marzia Locati
Pubblicato da il Fatto Quotidiano del 12 luglio 2019
Rassegna

«Ma il sorteggio mortifica il Csm»

Lettera di Mariarosaria Guglielmi al direttore de la Repubblica
Rassegna

Lo scandalo al Csm e le buone ragioni dell’associazionismo dei magistrati

di Gaetano Azzariti
Pubblichiamo articolo tratto dal il manifesto del 21 giugno 2019
In ricordo

L’attualità dell’insegnamento e della testimonianza di Salvatore Senese

di Edmondo Bruti Liberati
In tutte le sue diverse esperienze di “magistrato impegnato” ha mostrato come la fermezza sui valori e sulle idee debba unirsi all’ascolto e al confronto rifuggendo sempre da ogni settarismo