Convegno

La crisi del lavoro in Italia dal movimento ’77 ad oggi

La crisi del lavoro in Italia dal movimento ’77 ad oggi

Precarizzazione, ristrutturazione produttiva, conflitto sociale e questione giovanile fra dimensione nazionale e modello emiliano-romagnolo

Campus universitario di Forlì – 4/5 dicembre 2017

Sala Conferenze del Padiglione Melandri – Piazzale Solieri, 1

LA DIMENSIONE NAZIONALE

(LUNEDÌ 4 DICEMBRE 2017)

Saluti istituzionali e apertura lavori

(Ore 10.00)

Lubiano Montaguti (Vicesindaco di Forlì)

Domenico Guzzo (Comitato scientifico-organizzatore)

I) CONTESTI E PARADIGMI

(Ore 10.30)

Roberto Colozza, Il fenomeno del ’77 in prospettiva europea

Simone Neri Serneri, Crisi dei movimenti e crisi italiana degli anni Settanta

Marco Grispigni, Dal “potere deve essere operaio” al “godere operaio”. Legami e rotture fra il ’68 e il ’77

II) SOGGETTIVITÀ E LAVORO

(Ore 14.00)

Valerio Romitelli, La soggettività politica nel movimento ’77

Rocco Lentini, Il Settantasette in un “contesto ostile”: antagonismo e crisi del lavoro nel Mezzogiorno

Carlo Sorgi, “Smetto quando vogliono”: passato e presente delle tutele giurisdizionali del lavoratore

III) LE PRATICHE E LE FORME DELL’AZIONE POLITICA

(Ore 16.00)

Alberto Pantaloni, Il rapporto fra il “movimento del ’77” e movimento operaio: le “due società” fra rotture, tentativi di ricomposizione, percorsi innovativi, violenza

Silvia Casilio e Loredana Guerrieri, La teoria dei bisogni: azioni dirette dagli anni ’70 ad oggi, a destra e a sinistra

Giordano Cotichelli, Le lotte dei lavoratori ospedalieri: un aspetto storiografico del Movimento del ’77

Giorgio Del Vecchio, Crisi del lavoro e violenza politica in Italia nei secondi anni Settanta. L’autonomia, il ’77 e Prima Linea

IL MODELLO EMILIANO-ROMAGNOLO NEL CONTESTO ITALIANO

 (MARTEDÌ 5 DICEMBRE 2017)

Saluti istituzionali e apertura lavori

(Ore 9.00)

Ines Briganti (Presidente Istituto Storico di Forlì-Cesena)

I) LE PECULIARITÀ E LE DINAMICHE STORICHE

(Ore 9.30)

Carlo De Maria, Identità, crisi e possibile rilancio del modello emiliano-romagnolo

Tito Menzani, Innovare il terziario. Il boom delle cooperative di servizi nel “modello emiliano” di fine anni Settanta

Luca Chiurchiù, Mao più dada: avanguardia di massa e pratiche artistiche del Movimento del ’77

II) LE EVOLUZIONI CONTEMPORANEE

(Ore 12.00)

Luigi Giove, Il modello emiliano-romagnolo oggi: il Patto per il lavoro

Alessandro Martelli e Salvatore Zappalà, I giovani e il sindacato: i risultati di una indagine nel comprensorio forlivese-cesenate

CRISI E FUTURIBILITÀ

(Ore 14.15)

Luigi Mariucci, È ancora possibile una cittadinanza del lavoro?

Angelo Salento, La promessa post-fordista e la società senza reddito

TAVOLA ROTONDA: RILEGGERE LA TRASFORMAZIONE DEL LAVORO IN ITALIA. TRACCE E PROSPETTIVE

(Ore 16)

Leonardo Altieri Massimo Balzani, Sergio Bologna, Salvatore Cominu, Lubiano Montaguti, Francesco Sinopoli

Coordinatore: Domenico Guzzo – Contatti: Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea, tel. 0543-28999; mail: istorecofo@gmail.com

 

4 dicembre 2017
Ultimi articoli
Liberazione.

Il senso dell’unità antifascista e costituzionale del 25 aprile

La giornata della memoria antinazista e antifascista assume quest’anno un significato più forte, come risposta a quanti in Italia e in Europa predicano teorie contrarie alla nostra Costituzione e rivendicano scelte di negazione dei diritti
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione