Seminario di Md

Opg: "I diritti ristretti"










PSICHIATRIA  DEMOCRATICA
e MAGISTRATURA DEMOCRATICA

Conservatorio musicale S. Pietro a Majella

Via S. Pietro a Majella, 35 - Napoli


Sabato 14 Aprile 2012 ore 9,30

Seminario Nazionale di studi

 

I diritti ristretti

Dalla pericolosità sociale al diritto alla salute: chiusura degli OPG e promozione dei diritti costituzionali.

 

ore 9,30 - Saluti:

Luigi De Magistris ( Sindaco di Napoli).

 

ore 9, 45 -Introduzione ai lavori:

Emilio Lupo- Psichiatra, Segretario Naz. di Psichiatria Democratica;

Raffaello Magi - Magistrato, Segretario sez. napoletana di Magistratura Democratica.

 

ore 10,00

Presiede: Egle Pilla - Magistrato,componente dell' esecutivo Naz. di Magistratura Democratica;

Discussant: Luigi Attenasio - Psichiatra, Presidente Naz. di Psichiatria Democratica.

 

Relazioni di:

ore 10,00 :Cesare Bondioli - Psichiatra, Resp. Naz. Carceri e OPG di Psichiatria Democratica: Fondamenti "scientifici" dell'imputabilità (una revisione della letteratura);

ore 10,15 Daria Vecchione: Magistrato, Tribunale di Sorveglianza di Napoli: Dall'OPG agli OPG, una strada da non attraversare;

ore 10,30 Ernesto Venturini  - Psichiatra, Direttivo Naz. di Psichiatria Democratica: Dica il perito se la giustizia è capace di intendere e di volere: il potere della normalizzazione  per gli "anormali"?

ore 10, 45 Giuliano Balbi - Ordinario di Diritto Penale, Seconda Università degli studi di Napoli: Disturbo della personalità e ricadute sulla imputabilità.

 

ore 11,00 Interventi preordinati:

Adriana Tocco  - Garante dei diritti dei detenuti della Regione Campania;

Antonio Crispi -  Segretario Gen. FP CGIL, Campania;

Rosanna Romano - Assessorato alla Sanità della Regione Campania;

Michele Pennino - Responsabile Sanitario dell' OPG di Napoli;

Dario Stefano Dell'Aquila - Associazione Antigone.

 

ore 11,25 - Pausa

 

ore 11,40 Introduce:  Salvatore Di Fede - Medico psicoterapeuta, Resp. Naz. Organizzazione di Psichiatria Democratica.

 

Presiede: Monica Amirante - Magistrato,Tribunale di Sorveglianza di Napoli;

Discussant: Antonio  Morlicchio - Psichiatra, Direttivo Naz. di Psichiatria Democratica.

Relazioni di:

ore 11,45 Sergio Materia - Magistrato: Oltre la legge 9/2012 e l'incapacità di intendere e di volere. Ipotesi di percorso giuridico;

ore 12, 00 Giuseppe Ortano - Psichiatra, Direttivo Naz. di Psichiatria Democratica:La Salute Mentale e il carcere;

ore 12,15 Raffaele Piccirillo - Magistrato, GIP presso il Tribunale di Napoli: Pericolosità e giudizio prognostico.

 

ore 12,30 Dibattito

12 aprile 2012
Ultimi articoli
Ordinamento penitenziario

Senza paura. Nel nome della sicurezza e dei diritti si approvi la riforma

L’appello di Md e Antigone a tutte le forze politiche
Diritto di asilo

Il diritto di difesa non è uguale per tutti

di Silvia Albano* e Riccardo De Vito**
La previsione dell’audizione del richiedente asilo senza l’assistenza del suo avvocato difensore non solo lede gravemente il diritto di difesa della parte, tutelato dall’art 24 della Costituzione, ma rischia anche di rendere meno efficace e rilevante la stessa audizione del richiedente
Ordinamento penitenziario

Appello al governo

Pubblichiamo il testo di un appello sottoscritto da diverse associazioni in rappresentanza dei mondi dell’università, dell’avvocatura, della magistratura e del volontariato, nonché da autorevoli giuristi e da personalità della società civile. L’appello, indirizzato al Governo, auspica l’approvazione definitiva della riforma penitenziaria, in attuazione delle delega conferita con la l. n. 103/2017. La riforma, giunta a un passo dal varo definitivo con l’approvazione dello schema di decreto legislativo, rischia ora una definitiva battuta d’arresto per via della fine della legislatura.
Rassegna

Una riforma meditata. Non una svuotacarceri

R. De Vito: «Una legge che ridà alla magistratura di sorveglianza la sua autonomia decisionale e il ruolo di garanzia sancito dall’art. 27 della Costituzione» (Il Dubbio)
Ordinamento penitenziario

Per una riforma necessaria

di Riccardo De Vito
Domani, 22 febbraio 2018, il Consiglio dei Ministri deciderà le sorti della riforma penitenziaria. Nell’auspicare la sua approvazione nella versione originale, pubblichiamo i lavori della Commissione che ha predisposto lo schema di decreto delegato approvato il 22 dicembre 2017
Consiglio superiore della magistratura

Soggetti soltanto alla legge. I magistrati e le carriere

di Riccardo De Vito
Riemergono le carriere all’interno del corpo professionale e, con queste, l’imprinting verticale della magistratura. Ne risentono l’autonomia della giurisdizione e, al dunque, l’uguaglianza delle persone davanti alla legge. Occorre studiare la patologia per formulare prognosi e trovare antidoti