Area Catania

Imparare a essere magistrati

Il benvenuto ai MOT

Imparare a essere magistrati

Il nostro benvenuto ai nuovi colleghi

Catania, sabato 29 marzo 2014, ore 9,30

Palazzo di Giustizia di Piazza G. Verga, biblioteca “Gari e Materia”, primo  piano (di fronte alla presidenza della Terza Sezione Civile)

Come si impara il ‘mestiere’ del magistrato?

Qual è la funzione del magistrato nella società?

Come si diviene parte di un ufficio giudiziario?


In occasione della recente immissione nell’esercizio delle funzioni dei MOT nominati  con D.M. 8.6.2012 e del tirocinio dei MOT nominati con D.M. 2.5.2013 e D.M. 20.2.2014 vogliamo riflettere insieme a loro su alcuni fondamenti dell’esercizio della giurisdizione, quali:

• il significato della professione del magistrato e del servizio-giustizia nelle dinamiche sociali

• la Scuola Superiore della Magistratura nei suoi aspetti di innovazione e di criticità

• la deontologia professionale

• i variegati profili dell’inserimento dei magistrati nell’ufficio giudiziario di prima destinazione

• i rapporti interpersonali con i dirigenti degli uffici, il personale di cancelleria, gli avvocati, i mezzi di comunicazione.

I magistrati in tirocinio e i magistrati recentemente inseritisi negli uffici giudiziari potranno confrontarsi con Ernesto Aghina, componente del Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, Bruno Giangiacomo (presidente aggiunto ufficio GIP Bologna e coordinatore del gruppo Ordinamento Giudiziario di MD), Giovanni Salvi (Procuratore della Repubblica di Catania) e altri dirigenti di uffici giudiziari, e potranno inoltre scambiare le loro esperienze con giovani “giudici e P.M. a Sud” dei concorsi precedenti.

L’invito è naturalmente esteso a tutti!

29 marzo 2014
Ultimi articoli
Genova, 34° Congresso Anm

“La nuova sfida di fedeltà alla Costituzione”

di Mariarosaria Guglielmi
Dichiarazione di Santiago

MEDEL: l’impegno per promuovere la parità di genere

Amministrare la giustizia sapendo che esistono ancora disparità tra uomini e donne nella società e che gli stereotipi devono essere scardinati, anche all'interno della magistratura
L’indipendenza della nuova Sezione disciplinare della Corte suprema polacca

MEDEL sulla sentenza della Corte Europea di Giustizia del 19 novembre 2019

Il diritto a un giusto processo può essere garantito solo da tribunali indipendenti
Intervista

“Nessuno si salva da solo...”

Stefano Musolino, membro dell’Esecutivo nazionale di Md: “la Grande Chambre della Corte europea dei diritti dell'uomo ha stabilito che l’ergastolo ostativo previsto dal nostro ordinamento penitenziario è contrario al principio della dignità umana e viola l'art. 3 della Convenzione Europea sui Diritti dell'Uomo”

In memoria di Pino Airò

Magistratura Democratica lo ricorda attraverso le parole di due amici
Bulgaria

Dichiarazione di Medel sugli attacchi subiti dai giudici bulgari

Medel esprime il suo sostegno ai giudici e all’Associazione dei Giudici Bulgari per gli attacchi subiti dopo la pronuncia emessa a settembre dalla Corte di Appello di Sofia nel caso Jock Palfreeman