Reato di tortura

"Delusione per rinvio ddl"

"Passo avanti atteso dal 1988"

Apprendiamo con delusione che è stato deciso di sospendere e rinviare a data da destinarsi l'esame del disegno di legge sull'introduzione del reato di tortura, previsto per oggi al Senato. Abbiamo criticato la proposta destinata all'Aula, ma sarebbe stata comunque un passo avanti. Attendiamo, infatti, dal 1988 l'applicazione concreta della Convenzione Onu ratificata dall'Italia. E non dimentichiamo gli ammonimenti e la condanna della Corte Edu relativa ai fatti di Genova.

Ribadiamo come urgente l'introduzione del reato di tortura, perché non esiste risposta al crimine, anche il più grave, svincolata dal rispetto dei diritti fondamentali dell'uomo.

Il Comitato Esecutivo di Magistratura democratica

(19 luglio 2016)

19 luglio 2016
Ultimi articoli
Commenti

La controriforma gialloverde delle carceri

di Riccardo De Vito
L'analisi. I contenuti del decreto legislativo in tema di ordinamento penitenziario approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 agosto (Il Manifesto)
L’intervento

La magistratura torni all’impegno comune sui diritti e sulle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Corriere della Sera, 31 luglio 2018
Nave Diciotti

Riccardo De Vito: «Ministro dell’Interno distante dai principi della Costituzione»

Per il presidente di Md, ancora una volta la vicenda dei migranti strumentalizzata per fini politici
Giustizia

Md: il ministro prenda distanze da dichiarazioni sottosegretario Morrone

Associazionismo dei magistrati e cultura giurisdizione siano sempre baluardo dei diritti fondamentali
Elezioni Csm

Sanlorenzo: «L’attacco del ministro ai magistrati va oltre ogni diritto di critica»

Intervista a Rita Sanlorenzo, candidata di Area contro Piercamillo Davigo alle elezioni del Csm. Un esponente delle istituzioni trasforma una questione privata come capo-partito in una questione istituzionale. Il Csm intervenga con una pratica a tutela dei colleghi (Il Manifesto)
Elezioni Csm

Giangiacomo: «Basta carrierismo: i magistrati devono fare un salto culturale…»

Parla Bruno Giangiacomo, presidente del Tribunale di Vasto e candidato per i giudici di merito per Area, alle elezioni per il rinnovo del Csm (Il Dubbio)