Parlamento

Norma responsabilità civile

Area: "Subito Cdc per organizzare mobilitazione"

AREA CHIEDE UNA CONVOCAZIONE URGENTE DEL CDC DELL’ANM per discutere e organizzare forme di mobilitazione in merito alle iniziative parlamentari in tema di responsabilità civile dei magistrati e interrogatorio dei detenuti.

 

La norma votata questa mattina alla Camera dei Deputati in materia di responsabilità civile dei magistrati desta grande allarme. La proposta di eliminare qualsiasi filtro per l’adozione di iniziative giudiziarie a carico dei magistrati appare incostituzionale. Una simile norma esporrebbe il magistrato all’aggressività e alla capacità intimidatoria delle “parti forti” e di quelle che semplicemente vogliono evitare il giudizio. Quella soluzione non pare ispirata al principio della responsabilizzazione dei magistrati e ad una giustizia più efficiente e di qualità, ma al contrario mira ad avere dei giudici burocrati che cercano sempre la via di minore resistenza, la soluzione più comoda e meno rischiosa, quella che penalizzerebbe inevitabilmente i soggetti e i diritti deboli.

Inoltre, desta notevole preoccupazione anche la norma del decreto cd. “svuota carceri” (art. 123 disp. att. c.p.p.), che prevede la sostanziale impossibilità di sottoporre ad interrogatorio il detenuto in un luogo diverso da quello ove risulti ristretto. Detta disposizione, se definitivamente approvata, produrrebbe gravissime ripercussioni sull’organizzazione del lavoro dei magistrati in assenza di adeguate risorse .

 

Piergiorgio Morosini (Segretario Generale di Magistratura Democratica)

 

Valerio Fracassi (Segretario Generale di Movimento per la Giustizia/Art.3)

2 febbraio 2012
Ultimi articoli
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione
Rassegna.

Mariarosaria Guglielmi: «Difendiamo i diritti, non siamo avversari politici del Governo»

L’intervista a Il Manifesto, 5 marzo 2019