Ingroia, "partigiano" della Costituzione

"Dichiarazioni su Carta ovvie e condivise"

ROMA - Al di là dei toni comunicativi, i contenuti delle dichiarazioni del dott. Ingroia sul valore della Costituzione sono ovvie e ampiamente condivise nel circuito istituzionale. Sorprende che certi politici, così aggressivi in questa occasione, non spendano mai una parola su magistrati coinvolti in indagini sul malaffare.

Come cittadini i magistrati hanno il diritto, costituzionalmente garantito, di partecipare al dibattito pubblico, in particolare quando si discute di giustizia. Spetta al singolo magistrato la scelta di opportunità su tempi, modi e luoghi in cui esprimere il proprio pensiero senza sbiadire l’immagine di imparzialità.

Naturalmente la scelta personale del magistrato può essere sottoposta a critica, ma questo non può trasformarsi in inaccettabili strumentalizzazioni a danno della intera magistratura, a cui troppo spesso abbiamo assistito

Piergiorgio Morosini (Segretario Generale di Magistratura democratica) 

31 ottobre 2011
Ultimi articoli
Per Graziana Calcagno

In ricordo di una giudice minorile

di Camillo Losana
Preparata e colta, protagonista di quella cultura che rovesciava l’ottica “segregazionista” e “difensivistica” della cosiddetta ri-educazione e correzione dei minori per affermare i loro diritti, riassumibili nel diritto alla educazione
Commenti

La controriforma gialloverde delle carceri

di Riccardo De Vito
L'analisi. I contenuti del decreto legislativo in tema di ordinamento penitenziario approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 agosto (Il Manifesto)
L’intervento

La magistratura torni all’impegno comune sui diritti e sulle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Corriere della Sera, 31 luglio 2018
Nave Diciotti

Riccardo De Vito: «Ministro dell’Interno distante dai principi della Costituzione»

Per il presidente di Md, ancora una volta la vicenda dei migranti strumentalizzata per fini politici
Giustizia

Md: il ministro prenda distanze da dichiarazioni sottosegretario Morrone

Associazionismo dei magistrati e cultura giurisdizione siano sempre baluardo dei diritti fondamentali
Elezioni Csm

Sanlorenzo: «L’attacco del ministro ai magistrati va oltre ogni diritto di critica»

Intervista a Rita Sanlorenzo, candidata di Area contro Piercamillo Davigo alle elezioni del Csm. Un esponente delle istituzioni trasforma una questione privata come capo-partito in una questione istituzionale. Il Csm intervenga con una pratica a tutela dei colleghi (Il Manifesto)