Torino

Solidarietà a M. Nigra

Non si tutelano così gli ultimi

TORINO - Martedì 19.3.2013 una trentina di persone ha fatto irruzione nel palazzo della Fondazione Croce dell’avvocatura torinese, ha interrotto un convegno, si è avvicinata ad uno dei relatori e – impedendo per qualche minuto la prosecuzione dell’incontro – ha minacciato Marco Nigra, semplicemente colpevole di essere uno dei giudici della sezione che si occupa di sfratti e dicendogli «adesso sappiamo chi sei».

Anche noi sappiamo chi è Marco Nigra. Un magistrato serio e attento ai diritti delle persone. L’episodio – che segue di qualche giorno un’analoga “iniziativa” rivolta verso gli ufficiali giudiziari – suscita preoccupazione e non è necessario nemmeno spiegare perché. Ma – nell’esprimere la più viva solidarietà a Marco Nigra – vogliamo manifestare il nostro netto rifiuto rispetto a tali forme di manifestazione del dissenso.

Non è intimidendo chi amministra la giustizia che si tutelano i diritti degli ultimi. Non è imbrattando il palazzo di chi difende le persone che si afferma l’eguaglianza. Non è impedendo la parola altrui che si afferma la propria. Non le minacce, ma solo la forza degli argomenti e il libero confronto delle idee riusciranno a far progredire la democrazia, garantendo davvero che la nostra Repubblica riesca ad avverare le promesse di uguaglianza scritte nella nostra Costituzione. Per questo Marco Nigra fa il magistrato. Per questo noi tutti facciamo i magistrati.

Magistratura Democratica – Sezione Piemonte e Valle d’Aosta(20 marzo 2013)
20 marzo 2013
Ultimi articoli
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione
Rassegna.

Mariarosaria Guglielmi: «Difendiamo i diritti, non siamo avversari politici del Governo»

L’intervista a Il Manifesto, 5 marzo 2019