Il lutto

Addio a Don Gallo

Una vita dalla parte degli ultimi

ROMA -  Don Andrea Gallo sapeva bene da che parte stare. Come Luigi Ciotti, che gli dedica parole bellissime, e come tanti altri uomini di fede ha guardato a coloro che nessuno guarda e li ha amati dedicando loro la vita intera.

Un amore che non si è fatto elemosina compassionevole ma consapevolezza etica e politica e azione instancabile.


IL RICORDO DELLA SEZIONE LIGURE DI MD

GENOVA - Mancherà a tutti Don Gallo, e mancherà molto a noi di Magistratura Democratica.
Ci mancherà perché prendeva sul serio e difendeva i diritti di tutti, e la salvaguardia dei diritti è dovere istituzionale della Magistratura.
Ci mancherà perché si adoperava per promuovere il principio di uguaglianza, e a quel principio dobbiamo ispirarci ogni giorno nel nostro lavoro.
Ci mancherà perché offriva una opportunità a ciascuno.
Ci mancherà perché tendeva una mano anche a coloro cui noi dobbiamo infliggere una pena e ciò rendeva il nostro compito meno grave.
Ci mancherà la sua costante, ferma e decisa difesa dei valori costituzionali perché è in nome di quei valori che ogni  giorno ci sforziamo di amministrare giustizia.
                                   
                                                        La sezione ligure di MD

(22 maggio 2013)

22 maggio 2013
Ultimi articoli
Dichiarazione MEDEL

La Commissione europea per la tutela dello stato di diritto in Polonia

A causa dell’aggravarsi della situazione della giurisdizione in Polonia, MEDEL valuta positivamente la decisione della Commissione europea di chiedere alla Corte di Giustizia Ue l’adozione di provvedimenti provvisori nella procedura di infrazione
Garanzie e processo penale

Riccardo De Vito: «Il diritto di difesa è la garanzia del giusto processo»

Contraddittorio e diritto di difesa non sono degli inutili orpelli, ma i cardini del sistema costituzionale garantista
Il “caso Calabria”

Le risposte che servono alla Calabria

di Stefano Musolino
Con dolo o con colpa, si alimenta il messianismo della repressione penale, torcendola a finalità che le sono estranee e perdendo così di vista l’essenza dei problemi economici e culturali che sono la causa della pervicace resistenza della ‘Ndrangheta
Coltivazione domestica

Il ripensamento della Cassazione

di Riccardo De Vito
Con una recente pronuncia, le Sezioni Unite della Cassazione hanno ritenuto non punibili penalmente le attività di coltivazione di stupefacenti di minime dimensioni, svolte in forma domestica e destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore
Indagini e stampa

Calabria «smontata» dal processo mediatico

di Emilio Sirianni
Prudenza istituzionale e rispetto delle persone coinvolte, inclusi gli indagati, impongono sobrietà e cautela nelle dichiarazioni rese dai magistrati alla stampa
Genova, 34° Congresso Anm

“La nuova sfida di fedeltà alla Costituzione”

di Mariarosaria Guglielmi
Incondizionata fedeltà alla Carta fondamentale, rinnovata consapevolezza del ruolo costituzionale della giurisdizione e piena responsabilità professionale e culturale: queste le grandi sfide democratiche, che coinvolgono il futuro dell’Europa e dello Stato di diritto, sulle quali la Magistratura è chiamata ad impegnarsi collettivamente