Il corsivo

Taranto ancora una volta

"Addebiti impropri ai magistrati"

Proprio mentre Questione Giustizia pubblica un numero speciale dedicato al tema della sicurezza e della salute legate ai luoghi di lavoro, assistiamo al ritorno nel dibattito pubblico di posizioni che addebitano ai magistrati di non seguire logiche di compatibilità economica.

Il fatto che posizioni di tale tenore siano espresse da rappresentanti delle istituzioni rende la cosa ancora più rilevante e ci impone di ribadire che il diritto dei lavoratori e dei cittadini a vedere tutelate incolumità e salute trova riconoscimento anche in disposizioni penali, che i magistrati hanno l'obbligo di applicare nel rispetto dei principi costituzionali che presiedono all'attività giudiziaria.  

La ricerca di un equilibrio tra i valori in gioco, quali salute, libertà d'impresa, interessi finanziari, ambiente, spetta alle istituzioni politiche, chiamate ad adottare, nel rispetto delle norme costituzionali, gli atti normativi e amministrativi di loro competenza.

Tenere distinti i piani e rispettare le attribuzioni dei poteri dello Stato è compito di chiunque abbia responsabilità pubbliche e il fatto che lo si debba ricordare ancora una volta non è un segnale positivo.


Luigi Marini

presidente Magistratura Democratica



LO SPECIALE QG: Sicurezza sul lavoro



(30/07/2012)

24 luglio 2012
Ultimi articoli
Polonia.

WeDisagree. La voce dei giuristi polacchi

Il video raccoglie le voci dei giuristi polacchi, che esprimono la loro opposizione a quello che sta succedendo il Polonia: “la nostra comune casa democratica viene smantellata da coloro che sono al potere, pezzo dopo pezzo, in violazione della nostra Costituzione e dello stato di diritto”
Sulla proposta di riforma.

Separazione delle carriere: a rischio l’indipendenza del Pubblico ministero

La riforma è contraria ai principi affermati in ambito europeo che incoraggiano l'autonomia del pubblico ministero come presupposto dell'indipendenza di tutto il potere giudiziario, per una giustizia equa, imparziale ed efficiente
Polonia.

Nuova procedura di infrazione per le riforme sulla giustizia

di Mariarosaria Guglielmi
Dichiarazione di Medel sulla procedura d’infrazione della Commissione Europea contro la Polonia per il nuovo sistema disciplinare dei magistrati, contrario al principio di indipendenza della magistratura
Liberazione.

Il senso dell’unità antifascista e costituzionale del 25 aprile

La giornata della memoria antinazista e antifascista assume quest’anno un significato più forte, come risposta a quanti in Italia e in Europa predicano teorie contrarie alla nostra Costituzione e rivendicano scelte di negazione dei diritti
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto