Gruppo Europa, prossima riunione il 28/11

di L'ordine del giorno
L'ordine del giorno

ROMA - La prossima riunione del Gruppo Europa si terrà a Roma presso la sede del CIME, in piazza della Libertà n.13, lunedì 28 novembre alle ore 15,00.

Questo l'ordine del giorno:

1) Discussione aperta su "Una rete di cittadini e associazioni per rilanciare la democrazia europea" la proposta di MD Europa;

2) III workshop in diritto internazionale ed europeo e formazione continua dei magistrati;

3) Reddito di cittadinanza lo stato degli atti;

4) Pubblicazione in corso degli atti del II Workshop di diritto internazionale ed europeo;

5) Tavola rotonda presso l'Università di Roma III sulla recente proposta di legge opzionale europea sul contratto di vendita ed altre ipotesi di  collaborazione con l'Accademia;

6) Varie ed eventuali.

Valeria Piccone - coordinatrice Md Europa

22 novembre 2001
Ultimi articoli
Minori

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
Medel/Aed

Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et les Libertés)/Aed (Avocats Européens Democrates): Magistrati e Avvocati dalla parte dei valori comuni

di Mariarosaria Guglielmi
Le conclusioni comuni della conferenza internazionale L’indipendenza della Giustizia in Europa, Magistrati/Avvocati/Duo/Duel (Bruxelles, 26 maggio 2018)
Rassegna

I magistrati democratici europei: «Le costituzioni affermino il ruolo dell’avvocato»

Il Dubbio, 29 settembre 2018
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione
Per Pasquale Sibilia

Formidabili quegli anni

di Carlo Sorgi
Un ricordo di Pasquale Sibilia da parte di un suo uditore
Rassegna

De Vito: «Da Salvini parole quasi eversive. Il consenso popolare? Non ci riguarda»

Parla il presidente di Magistratura democratica, Riccardo De Vito (Il Dubbio)