Csm e piano straordinario

Lettera della VII Commissione al Ministero

ROMA - La Settima Commissione del C.S.M, nella sua seduta del 24 marzo 2011, ha approvato una missiva indirizzata al Ministero di Giustizia e al Ministero dell'Innovazione sullo stato dell'informatizzazione giudiziaria italiana e sul Programma Straordinario, pubblicizzato sulla stampa, ma rispetto al quale il C.S.M. non ha ancora avuto alcuna comunicazione ufficiale.

Ne emerge la richiesta di interloquire concretamente su diverse tematiche specificatamente indicate nel testo. La lettera fa tesoro delle considerazioni svolte durante il corso di formazione annuale dei referenti distrettuali per l'informatica che è stato un momento di formazione e confronto fondamentale.

IL DOCUMENTO:

24 marzo 2011
Ultimi articoli
Rassegna

Nel nome dell’interesse dello Stato si fa a pezzi il principio di non colpevolezza

Intervista a Riccardo De Vito, presidente di Md (Il Manifesto, 7 novembre 2018)
Intervento

Il ruolo della magistratura nella difesa delle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Il garantismo: esigenza della giurisdizione, fondamento della sua indipendenza
Minori

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
Medel/Aed

Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et les Libertés)/Aed (Avocats Européens Democrates): Magistrati e Avvocati dalla parte dei valori comuni

di Mariarosaria Guglielmi
Le conclusioni comuni della conferenza internazionale L’indipendenza della Giustizia in Europa, Magistrati/Avvocati/Duo/Duel (Bruxelles, 26 maggio 2018)
Rassegna

I magistrati democratici europei: «Le costituzioni affermino il ruolo dell’avvocato»

Il Dubbio, 29 settembre 2018
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione