Convegno

Organizzazione delle Procure

Gli interventi del seminario di Area

ROMA - Un momento di confronto sui modelli organizzativi delle procure e sulle prassi negli uffici requirenti, improcrastinabile dopo la delibera sul caso Catania. Con questa premessa si è tenuto, il 3 dicembre a Roma, il seminario organizzato da Area su "Modelli organizzativi delle Procure della Repubblica e credibilità della giurisdizione", (coordinato da Bruno Giangiacomo e Bernardo Petralia). Una riflessione necessaria da cui dovrebbe scaturire un documento da veicolare al Csm. Pubblichiamo sul nostro sito la sintesi di tutti gli interventi del convegno.

IL REPORT (a cura di Lia Sava)

7 dicembre 2011
Ultimi articoli
Minori stranieri non accompagnati

I giudici scendono in campo: «Sono ragazzi da tutelare»

Intervista a Carlo Sorgi, segretario di Md per l’Emilia-Romagna (La Repubblica-Bologna, 14 dicembre 2018)
70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani

Turchia, l’appello in difesa dei diritti e dello Stato di diritto *

Per la Platform for an Independent Judiciary in Turkey, arresti, detenzioni arbitrarie e il diniego di un processo equo da parte di corti indipendenti e imparziali sono un fatto costante
Rassegna

Nel nome dell’interesse dello Stato si fa a pezzi il principio di non colpevolezza

Intervista a Riccardo De Vito, presidente di Md (Il Manifesto, 7 novembre 2018)
Intervento

Il ruolo della magistratura nella difesa delle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Il garantismo: esigenza della giurisdizione, fondamento della sua indipendenza
Minori

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
Medel/Aed

Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et les Libertés)/Aed (Avocats Européens Democrates): Magistrati e Avvocati dalla parte dei valori comuni

di Mariarosaria Guglielmi
Le conclusioni comuni della conferenza internazionale L’indipendenza della Giustizia in Europa, Magistrati/Avvocati/Duo/Duel (Bruxelles, 26 maggio 2018)