Comunicato

Auguri a Cosimo Ferri

"Ma non abbiamo mai chiesto riequilibri"

ROMA – La disponibilità della magistratura a collaborare con le altre istituzioni per il miglioramento del servizio giustizia riguarda il confronto su proposte e non deve essere mai confusa con la richiesta d'assegnazione di incarichi politici.

Nei giorni scorsi, Cosimo Ferri, da segretario di Magistratura Indipendente, corrente all'opposizione nell'Associazione nazionale Magistrati, è diventato sottosegretario al Ministero della Giustizia e per quanto riportato dai giornali in quota Pdl. Un passaggio certamente più significativo che una candidatura politica, avvenuto, peraltro, non attraverso un percorso elettorale, ma per chiamata diretta e fiduciaria di una una parte.

In merito a questa scelta, quali rappresentanti di Magistratura democratica e del Movimento per la Giustizia – Art3, smentiamo di aver mai chiesto alcun riequilibrio alla politica, come si legge oggi su alcuni mezzi di informazione. Auguriamo a Cosimo Ferri buon lavoro, nell'interesse delle istituzioni. Ma, per parte nostra, non vogliamo essere tirati in ballo per scelte che sono e restano esclusivamente politiche.


Anna Canepa (segretario generale Magistratura democratica)

Nicola Di Grazia (segretario generale Mov. per la Giustizia- Art.3)


(5 maggio 2013)

5 maggio 2013
Ultimi articoli
Ricordando Walter.

Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta

Oggi al duomo di Monza una folla di donne e di uomini ha salutato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo che ci ha lasciato l’8 aprile, dopo una lunga malattia
Polonia.

Il messaggio dei giudici polacchi aderenti a Iustitia

La testimonianza dell’impegno a contrastare la crisi dello Stato di diritto
21 marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafie.

Dare un senso all’impegno

di Stefano Musolino
Un giorno per rammentare il senso dell’operare e gettare nuove basi per una più efficace azione di contrasto alle mafie
Rassegna.

Ezia Maccora «Più attenzione alle parole usate nelle sentenze»

L’intervista al Corriere della Sera a cura di Fiorenza Sarzanini, 14 marzo 2019
Romania.

Crisi dello Stato di diritto in Romania

La dichiarazione di Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et Les Libertés) sulla crisi dello stato di diritto in Romania e sulle riforme avviate nel 2017 che mettono a rischio l’indipendenza del sistema giudiziario e l’azione di contrasto al fenomeno della corruzione
Rassegna.

Mariarosaria Guglielmi: «Difendiamo i diritti, non siamo avversari politici del Governo»

L’intervista a Il Manifesto, 5 marzo 2019