Comunicato

Auguri a Cosimo Ferri

"Ma non abbiamo mai chiesto riequilibri"

ROMA – La disponibilità della magistratura a collaborare con le altre istituzioni per il miglioramento del servizio giustizia riguarda il confronto su proposte e non deve essere mai confusa con la richiesta d'assegnazione di incarichi politici.

Nei giorni scorsi, Cosimo Ferri, da segretario di Magistratura Indipendente, corrente all'opposizione nell'Associazione nazionale Magistrati, è diventato sottosegretario al Ministero della Giustizia e per quanto riportato dai giornali in quota Pdl. Un passaggio certamente più significativo che una candidatura politica, avvenuto, peraltro, non attraverso un percorso elettorale, ma per chiamata diretta e fiduciaria di una una parte.

In merito a questa scelta, quali rappresentanti di Magistratura democratica e del Movimento per la Giustizia – Art3, smentiamo di aver mai chiesto alcun riequilibrio alla politica, come si legge oggi su alcuni mezzi di informazione. Auguriamo a Cosimo Ferri buon lavoro, nell'interesse delle istituzioni. Ma, per parte nostra, non vogliamo essere tirati in ballo per scelte che sono e restano esclusivamente politiche.


Anna Canepa (segretario generale Magistratura democratica)

Nicola Di Grazia (segretario generale Mov. per la Giustizia- Art.3)


(5 maggio 2013)

5 maggio 2013
Ultimi articoli
Nave Diciotti

Riccardo De Vito: «Ministro dell’Interno distante dai principi della Costituzione»

Per il presidente di Md, ancora una volta la vicenda dei migranti strumentalizzata per fini politici
Giustizia

Md: il ministro prenda distanze da dichiarazioni sottosegretario Morrone

Associazionismo dei magistrati e cultura giurisdizione siano sempre baluardo dei diritti fondamentali
Elezioni Csm

Sanlorenzo: «L’attacco del ministro ai magistrati va oltre ogni diritto di critica»

Intervista a Rita Sanlorenzo, candidata di Area contro Piercamillo Davigo alle elezioni del Csm. Un esponente delle istituzioni trasforma una questione privata come capo-partito in una questione istituzionale. Il Csm intervenga con una pratica a tutela dei colleghi (Il Manifesto)
Elezioni Csm

Giangiacomo: «Basta carrierismo: i magistrati devono fare un salto culturale…»

Parla Bruno Giangiacomo, presidente del Tribunale di Vasto e candidato per i giudici di merito per Area, alle elezioni per il rinnovo del Csm (Il Dubbio)
Elezioni Csm

Zaccaro: «La politica non ha le idee chiare. Il Csm sia protagonista»

Il candidato di Area: il Consiglio è il presidio della nostra autonomia, non riguarda solo le correnti. Va restituito ai magistrati (Il Manifesto)
Elezioni Csm

Rita Sanlorenzo: «C’è un rischio populismo anche tra i magistrati»

Parla Rita Sanlorenzo, sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione e candidata per AreaDG alle prossime elezioni per il rinnovo del Csm (Il Dubbio)