Comunicato

Auguri a Cosimo Ferri

"Ma non abbiamo mai chiesto riequilibri"

ROMA – La disponibilità della magistratura a collaborare con le altre istituzioni per il miglioramento del servizio giustizia riguarda il confronto su proposte e non deve essere mai confusa con la richiesta d'assegnazione di incarichi politici.

Nei giorni scorsi, Cosimo Ferri, da segretario di Magistratura Indipendente, corrente all'opposizione nell'Associazione nazionale Magistrati, è diventato sottosegretario al Ministero della Giustizia e per quanto riportato dai giornali in quota Pdl. Un passaggio certamente più significativo che una candidatura politica, avvenuto, peraltro, non attraverso un percorso elettorale, ma per chiamata diretta e fiduciaria di una una parte.

In merito a questa scelta, quali rappresentanti di Magistratura democratica e del Movimento per la Giustizia – Art3, smentiamo di aver mai chiesto alcun riequilibrio alla politica, come si legge oggi su alcuni mezzi di informazione. Auguriamo a Cosimo Ferri buon lavoro, nell'interesse delle istituzioni. Ma, per parte nostra, non vogliamo essere tirati in ballo per scelte che sono e restano esclusivamente politiche.


Anna Canepa (segretario generale Magistratura democratica)

Nicola Di Grazia (segretario generale Mov. per la Giustizia- Art.3)


(5 maggio 2013)

5 maggio 2013
Ultimi articoli
Rassegna

Nel nome dell’interesse dello Stato si fa a pezzi il principio di non colpevolezza

Intervista a Riccardo De Vito, presidente di Md (Il Manifesto, 7 novembre 2018)
Intervento

Il ruolo della magistratura nella difesa delle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Il garantismo: esigenza della giurisdizione, fondamento della sua indipendenza
Minori

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
Medel/Aed

Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et les Libertés)/Aed (Avocats Européens Democrates): Magistrati e Avvocati dalla parte dei valori comuni

di Mariarosaria Guglielmi
Le conclusioni comuni della conferenza internazionale L’indipendenza della Giustizia in Europa, Magistrati/Avvocati/Duo/Duel (Bruxelles, 26 maggio 2018)
Rassegna

I magistrati democratici europei: «Le costituzioni affermino il ruolo dell’avvocato»

Il Dubbio, 29 settembre 2018
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione