Comunicato

Auguri a Cosimo Ferri

"Ma non abbiamo mai chiesto riequilibri"

ROMA – La disponibilità della magistratura a collaborare con le altre istituzioni per il miglioramento del servizio giustizia riguarda il confronto su proposte e non deve essere mai confusa con la richiesta d'assegnazione di incarichi politici.

Nei giorni scorsi, Cosimo Ferri, da segretario di Magistratura Indipendente, corrente all'opposizione nell'Associazione nazionale Magistrati, è diventato sottosegretario al Ministero della Giustizia e per quanto riportato dai giornali in quota Pdl. Un passaggio certamente più significativo che una candidatura politica, avvenuto, peraltro, non attraverso un percorso elettorale, ma per chiamata diretta e fiduciaria di una una parte.

In merito a questa scelta, quali rappresentanti di Magistratura democratica e del Movimento per la Giustizia – Art3, smentiamo di aver mai chiesto alcun riequilibrio alla politica, come si legge oggi su alcuni mezzi di informazione. Auguriamo a Cosimo Ferri buon lavoro, nell'interesse delle istituzioni. Ma, per parte nostra, non vogliamo essere tirati in ballo per scelte che sono e restano esclusivamente politiche.


Anna Canepa (segretario generale Magistratura democratica)

Nicola Di Grazia (segretario generale Mov. per la Giustizia- Art.3)


(5 maggio 2013)

5 maggio 2013
Ultimi articoli
27 gennaio, Giornata internazionale della Memoria .

Md, il ricordo del passato per capire il presente

Come ogni anno, da quando fu indetta dall’Assemblea Generale dell’Onu il 1° novembre del 2005, si tiene il 27 gennaio la giornata internazionale della Memoria dedicata al ricordo dell’Olocausto
1
Minori stranieri non accompagnati.

I giudici scendono in campo: «Sono ragazzi da tutelare»

Intervista a Carlo Sorgi, segretario di Md per l’Emilia-Romagna (La Repubblica-Bologna, 14 dicembre 2018)
1
70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Turchia, l’appello in difesa dei diritti e dello Stato di diritto *

Per la Platform for an Independent Judiciary in Turkey, arresti, detenzioni arbitrarie e il diniego di un processo equo da parte di corti indipendenti e imparziali sono un fatto costante
1
Rassegna.

Nel nome dell’interesse dello Stato si fa a pezzi il principio di non colpevolezza

Intervista a Riccardo De Vito, presidente di Md (Il Manifesto, 7 novembre 2018)
1
Intervento.

Il ruolo della magistratura nella difesa delle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Il garantismo: esigenza della giurisdizione, fondamento della sua indipendenza
1
Minori.

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
1