Commento

Cassazione-omosessuali

"Corte tutela diritti"

La sentenza della Corte di cassazione di cui tutti parlano in questi giorni è importante sotto il profilo culturale e politico prima che per il suo rilievo meramente giuridico.

Deve essere infatti sfrondata dal significato erronemante attribuitole da alcuni esponenti politici e dai titoli di giornali e telegiornali. Non sancisce alcuna adozione a coppie omosessuali od affidamento a coppie omosessuali, non essendo questo l’oggetto del giudizio. Spiega che, all’affidamento esclusivo di un figlio ad uno dei genitori, non osta l’orientamento sessuale di costui e nemmeno che abbia deciso di coltivare una relazione od addirittura una stabile convivenza con una persona dello stesso sesso.

Una scelta di civiltà ed ancora prima di civiltà giuridica perchè frutto della constatazione che non vi sono evidenze scientifiche, nè regole di esperienza che inducano a ritenere che l’orientamento sessuale incida negativamente sulla capacità genitoriale.

Non tutti la pensano così.

Ha commentato monsignor Domenico Sigalini, presidente commissione CEI per il laicato: “non si può costruire una civiltà sui tribunali” (La Repubblica pag. 2 del 12.1.13).

Mi sembra che sia accaduto in passato e accadrà in futuro proprio così-

Nel mondo globalizzato che ha messo in crisi le istituzioni nazionali, prime fra tutte le assemblee legislative, spetta alle Corti, nazionali e sopranazionali, in un dialogo virtuoso fra loro, affermare diritti ove non esistono e tutelare i diritti quando vengono calpestati. Anzi, proprio, la giurisprudenza, nell’infinito lavoro di risolvere i casi concreti, può essere il motore per l’affermazione di una nuova stagione della democrazia che si fondi sull’universalità dei diritti, sul rifiuto della discriminazione, sul rispetto dell’individuo.

Giovanni "Ciccio" Zaccaro
segretario Md Bari

Antibiotici
12 gennaio 2013
Ultimi articoli
Rassegna

Nel nome dell’interesse dello Stato si fa a pezzi il principio di non colpevolezza

Intervista a Riccardo De Vito, presidente di Md (Il Manifesto, 7 novembre 2018)
Intervento

Il ruolo della magistratura nella difesa delle garanzie

di Mariarosaria Guglielmi
Il garantismo: esigenza della giurisdizione, fondamento della sua indipendenza
Minori

Prime riflessioni sul Ddl Pillon

di Giulia Marzia Locati
Dal superiore interesse del minore ad una visione adulto centrica delle relazioni familiari
Medel/Aed

Medel (Magistrats Européens pour la Démocratie et les Libertés)/Aed (Avocats Européens Democrates): Magistrati e Avvocati dalla parte dei valori comuni

di Mariarosaria Guglielmi
Le conclusioni comuni della conferenza internazionale L’indipendenza della Giustizia in Europa, Magistrati/Avvocati/Duo/Duel (Bruxelles, 26 maggio 2018)
Rassegna

I magistrati democratici europei: «Le costituzioni affermino il ruolo dell’avvocato»

Il Dubbio, 29 settembre 2018
Polonia

Encj: il Consiglio di Giustizia (KRS) non è un'istituzione indipendente

Le riforme della giustizia hanno prodotto una crisi sistemica dello Stato di diritto. Il KRS non è in grado di sostenere il sistema giudiziario nell’esercizio indipendente della giurisdizione