Catania

Convegno per Edo Gari

"Convalide e giudizio direttissimo"

dedicato a Edo Gari

 


Convalide e giudizio direttissimo

 

La riforma del procedimento di convalida dell’arresto tra efficienza della giustizia e garanzia dei diritti fondamentali della persona 

 

Catania, lunedì 19 marzo 2012, ore 16,00

Aula “Michele Papa” del Palazzo di Giustizia (sede di via F. Crispi)

 

A seguito della riforma del procedimento di convalida dell’arresto funzionale al giudizio direttissimo (D.L. 211/2011, convertito nella L. 9/2012) proponiamo un momento di analisi e di riflessione comune sul tema.

Interverranno

     Ilio Mannucci Pacini, giudice del Tribunale di Milano e coordinatore del gruppo penale di Magistratura Democratica

     Alessandra Tasciotti, pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Catania

     Rosario Cuteri, presidente della Prima Sezione Penale del Tribunale di Catania

     Elisabetta Zito, direttore della Casa Circondariale di Catania - Piazza Lanza.

 

Concluderà

Giovanni Salvi, Procuratore della Repubblica di Catania.


Simona Ragazzi, Magistratura Democratica Catania

Angelo Costanzo, Movimento per la Giustizia/Articolo 3 Catania

 

19 marzo 2012
Ultimi articoli
Dichiarazione MEDEL

La Commissione europea per la tutela dello stato di diritto in Polonia

A causa dell’aggravarsi della situazione della giurisdizione in Polonia, MEDEL valuta positivamente la decisione della Commissione europea di chiedere alla Corte di Giustizia Ue l’adozione di provvedimenti provvisori nella procedura di infrazione
Garanzie e processo penale

Riccardo De Vito: «Il diritto di difesa è la garanzia del giusto processo»

Contraddittorio e diritto di difesa non sono degli inutili orpelli, ma i cardini del sistema costituzionale garantista
Il “caso Calabria”

Le risposte che servono alla Calabria

di Stefano Musolino
Con dolo o con colpa, si alimenta il messianismo della repressione penale, torcendola a finalità che le sono estranee e perdendo così di vista l’essenza dei problemi economici e culturali che sono la causa della pervicace resistenza della ‘Ndrangheta
Coltivazione domestica

Il ripensamento della Cassazione

di Riccardo De Vito
Con una recente pronuncia, le Sezioni Unite della Cassazione hanno ritenuto non punibili penalmente le attività di coltivazione di stupefacenti di minime dimensioni, svolte in forma domestica e destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore
Indagini e stampa

Calabria «smontata» dal processo mediatico

di Emilio Sirianni
Prudenza istituzionale e rispetto delle persone coinvolte, inclusi gli indagati, impongono sobrietà e cautela nelle dichiarazioni rese dai magistrati alla stampa
Genova, 34° Congresso Anm

“La nuova sfida di fedeltà alla Costituzione”

di Mariarosaria Guglielmi
Incondizionata fedeltà alla Carta fondamentale, rinnovata consapevolezza del ruolo costituzionale della giurisdizione e piena responsabilità professionale e culturale: queste le grandi sfide democratiche, che coinvolgono il futuro dell’Europa e dello Stato di diritto, sulle quali la Magistratura è chiamata ad impegnarsi collettivamente