Area

Verso il CN del 22-23 giugno

Le assemblee delle sezioni

In vista del Consiglio Nazionale, in programma il 22-23 giugno a Roma e che avrà come argomento centrale il futuro di Area, si stanno svolgendo le assemblee delle sezioni di Md, di cui daremo notizia sul nostro sito.

LE ASSEMBLEE IN PROGRAMMA FINORA:


- 4 giugno, assemblea Md Milano ore 19.30

Quale futuro per AREA? Dopo il c.d. “documento Miazzi”, il dibattito in rete, l’Assemblea milanese della settimana scorsa, ed in vista dell’importante appuntamento del Consiglio Nazionale del 22/23 giugno, siamo chiamati ad interrogarci sulla strada che intendiamo seguire.

- 7 giugno,  assemblea Md Cassazione

- 13 giugno, assemblea Md Bari


- 14 giugno, assemblea Md Roma

PIAZZALE CLODIO, PALAZZO B, AULA 18

 sul seguente ordine del giorno:

1) Area, prospettive

2) Varie ed eventuali


- 18 giugno 2012, assemblea Md Piemonte e Valle d'Aosta

 ore 15.00 presso l'Aula 12502,  Ingresso 13 primo piano

sul seguente ORDINE DEL GIORNO:

-         Rinnovo segreteria

-         Prospettive per Area tra contenuti e strutture a livello locale e nazionale

-         Sviluppo del sito web- riunione dei segretari del 23 giugno a Roma 

-         Prossimo congresso

-         Consiglio Nazionale del 22 e 23 giugno 2012 a Roma: individuazione dei delegati (la nostra sezione ha diritto –salvo errori- a partecipare al Consiglio nazionale con un segretario e tre delegati).

-         Varie ed eventuali.


20 giugno assemblea Md Napoli

ore 16 saletta ANM del NPG .

L'odg del Consiglio Nazionale è

- risultati delle tornate elettorali e prospettive di Area;

- autogoverno, incarichi, questione morale;

- sviluppo del sito web;

- prossimo congresso;

- varie ed eventuali.


4 giugno 2012
Ultimi articoli
Consiglio superiore della magistratura

Soggetti soltanto alla legge. I magistrati e le carriere

di Riccardo De Vito
Riemergono le carriere all’interno del corpo professionale e, con queste, l’imprinting verticale della magistratura. Ne risentono l’autonomia della giurisdizione e, al dunque, l’uguaglianza delle persone davanti alla legge. Occorre studiare la patologia per formulare prognosi e trovare antidoti
Consiglio superiore della magistratura

La discrezionalità del Consiglio: una prerogativa irrinunciabile dell’autogoverno o un peso insostenibile per la magistratura?

di Mariarosaria Guglielmi
La discrezionalità è una prerogativa irrinunciabile per l’autogoverno e lo strumento per conformare le scelte di amministrazione ai valori costituzionali e alle esigenze della giurisdizione. La rinuncia alle prerogative di discrezionalità delinea una nuova fisionomia del Csm, funzionale ad una ristrutturazione in senso verticistico e burocratico dell’ordine giudiziario, e riduce il suo ruolo politico nella difesa e nella promozione dei valori che sono a fondamento della giurisdizione. In questa consapevolezza la magistratura deve ritrovare il senso dell’appartenenza all’istituzione consiliare e l’aspirazione ad un autogoverno all’altezza delle aspettative di giustizia della collettività.
Giornata della memoria 2018

Le leggi razziali, i magistrati, i giuristi, le riviste giuridiche

di Carlo Brusco
Ricordiamo i magistrati caduti nella guerra di liberazione o uccisi dai nazifascisti e quanti furono dispensati dal servizio ed emarginati a causa delle leggi razziali del regime fascista
Polonia

La riforma del sistema giudiziario

La risoluzione dell'assemblea dei giudici della suprema Corte polacca
L'intervento

Il senso e l'etica del mestiere del magistrato

Due recenti casi richiamano la magistratura all'etica dei comportamenti
Caldarozzi alla Dia

De Vito, presidente di Md: «Sorpreso da questa promozione»

L'intervista a Il Manifesto, 28 dicembre 2017